Il culto comunitario


Il culto evangelico è caratterizzato dalla libertà e dalla spontaneità;
nonostante questo, esso è ordinato e spirituale.
Il culto coinvolge tutti i sensi: l’odore dei fiori che addobbano la chiesa; la vista con i simboli, i video e le proiezioni; il tatto quando ci stringiamo le mani e ci abbracciamo per il segno di pace; il gusto del pane e del vino della cena del Signore, l’udito con la musica ed i canti.
Naturalmente sono coinvolte anche le emozioni e il senso di solennità dello stare alla presenza di Dio.
Nel culto evangelico la persona umana viene accolta così com’è alla presenza di Dio.